Il Ciclo della vita. Nascere e rinascere in Etruria

con Nessun commento

Nascere e rinascere in etruria mostra roma

 

Dal 13 Giugno al 6 Ottobre 2019, il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia ospita la mostra dedicata alle varie fasi che si succedono nella vita dell’uomo, dalla nascita alla morte, così come erano sentite dagli Etruschi e dalle popolazioni limitrofe, e considerate tanto importanti da essere poste sotto la protezione degli dei e caratterizzate da rituali e celebrazioni solenni.  

La Mostra

Le numerose testimonianze archeologiche presenti creano un percorso espositivo ricco ed esaustivo, dove le tematiche affrontate da un punto di vista sociale, sottolineano i momenti cruciali del passaggio da una fase della vita all’altra. Il fascino di un popolo fondamentale nella storia antica della penisola italiana, emerge in tutta la sua identità articolata, e nei suoi caratteri ancora misteriosi.

Interessante scoprire le opere che riguardano le forme della religiosità popolare degli Etruschi e delle popolazioni vicine, e constatare come si influenzarono a vicenda. Qui si intreccia l’obiettivo della prosecuzione della specie attraverso il tema della fecondità della terra, dalla quale provengono gli alimenti, e degli uomini stessi.

La varietà dei doni votivi presenti spiegano in maniera efficace il significato e l’importanza riservata dagli Etruschi a questo aspetto; troviamo importanti testimonianze di offerte alle divinità che proteggevano le nozze, alle divinità che tutelavano la fertilità sia maschile che femminile, o a quelle che dovevano favorire il coinvolgimento dell’eros. Tutto questo aveva la finalità di sostenere e facilitare le fasi che riguardano l’ambito della maternità, dal concepimento all’educazione dei figli.

Nello specifico della natalità troviamo un corposo quantitativo di reperti archeologici che rappresentano uteri in terracotta, e che ci rivelano anche il livello di conoscenze anatomiche raggiunte, insieme alle conoscenze pratiche con la presenza di vari forcipi di sorprendente fattura.

Proseguendo il percorso è davvero intrigante scoprire come il mondo etrusco e l’attualità si mescolino nelle riflessioni sull’inesorabile destino dell’uomo, quando si affrontano i temi della cura della malattia, della vecchiaia e della morte. Ci si scopre, in qualche modo, meravigliati nell’ osservare che temi di questo tipo trovano origine nei miti dei popoli antichi e non è un’esclusiva della nostra epoca, così influenzata dalle sofisticazioni tecnologiche.

Un esempio sono gli eleganti vasi utilizzati nei ricchi banchetti aristocratici, i cui racconti, magistralmente rappresentati, affrontano il desiderio dell’eterna giovinezza, con gli illusori sortilegi della maga Medea, l’impossibile lotta di Eracle per sconfiggere la vecchiaia, o Arianna che invece raggiunge l’immortalità unendosi al dio Dioniso.

Si prende atto di come gli Etruschi e l’attualità affiorano in maniera progressiva, evidenziando il filo conduttore della mostra, il viaggio dalla nascita alla morte interpretato dall’antico popolo, che stimola e apre ad affascinanti riflessioni.

La Villa

La visita a questa esposizione rappresenta anche un’ottima occasione per godere delle bellezze di Villa Giulia, edificata tra il 1550 e il 1555 per volere di papa Giulio III. Uno splendido esempio di villa rinascimentale, con un giardino architettonico ricco di terrazze, ninfei, fontane e scalinate scenografiche, alla cui progettazione parteciparono grandi artisti dell’epoca tra cui Giorgio Vasari e Michelangelo Buonarroti.

Nel 1889 divenne sede del Museo Nazionale Etrusco, che raccoglie tutte le testimonianze archeologiche di età pre-romana rinvenute nel Lazio, nel sud della Toscana e in Umbria.

La mostra è realizzata dal Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, dalla Fondazione San Camillo-Forlanini di Roma, dal Museo di Storia della Medicina e dal Polo Museale dell’Università di Roma- La Sapienza grazie ad un accordo di collaborazione stipulato fra le quattro Istituzioni.

 

Info, Orari e Costi

Il Ciclo della vita. Nascere e rinascere in Etruria.

Dal 13 Giugno al 6 Ottobre 2019, Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Piazzale di Villa Giulia, 9

Orario: dal Martedì alla Domenica h 9-20, ultimo ingresso h 19. Lunedì chiuso

Biglietti: intero € 10; agevolato (18-25 anni) € 2. Gratuito la prima domenica del mese, nella Settimana dei Musei, il 15 agosto e il 29 settembre

Info: +39 06 3226571, e-mail: mn-etru@beniculturali.it